ROBERTA TOTA: DA UNA PAGINA FACEBOOK NASCE UN E-BOOK PER AMARE ANCOR PIU’ LA VITA E CONTINUARE A DIRE “NO” AD OGNI TIPO DI BARRIERA

ROTOLANDO NELL’ANIMA: SULLE ORME DEL CUORE di Roberta Tota

copertina libro

Una fantastica raccolta di pensieri, frasi, riflessioni intense e coraggiose come l’autrice, sulla vita e sulla diversa abilita’, una promozione di prospettive diverse, le prospettive di una giovane donna innamorata della propria esistenza.

Un “gioiello” composto  di molteplici gioielli che risplendono di gioia di vivere e ridonano la forza, che fanno riflettere, che aiutano a guardare la vita da un’altra prospettiva: la prospettiva di Roberta Tota, una donna diversamente abile che invece di ripiegarsi su se stessa ha aperto la sua vita alla vita. Proprio in merito alla sua differente abilita’ Roberta afferma in una delle sue riflessioni:

“Per me non è un’ offesa essere considerata “diversa”. Penso sia un nobilissimo complimento! Ognuno deve distinguersi dalla massa per riuscire ad esprimere al meglio se stesso. A modo nostro dobbiamo dare il nostro esempio di vita. Un esempio positivo e costruttivo.

 Gli ostacoli esistono da sempre, in ogni forma… L’aspetto non facile da comprendere è il superamento di essi.

 Ci vuole coraggio nel riflettere i nostri pensieri attraverso lo specchio dei nostri desideri. Secondo me, il segreto sta proprio nel riuscire a percepire chi siamo e cosa vogliamo raggiungere. Avere passioni, interessi e concezioni nostre, solo nostre e di nessun altro. Essere ispirazioni di noi stessi è l’inizio del cammino da compiere.”

Roberta abbraccia il mondo 

Questo libro nasce dal mio forte desiderio di portare il lettore ad una nuova e importante consapevolezza nel considerare la diversità umana fonte di ricchezza divina da cui ne derivano le più profonde fonti d’Amore e di coraggio.
Il pregiudizio è l’unico limite che non consente di tangere queste grandi sfumature che la vita genera.
La disabilità è una forte componente da cui ricaviamo piccole, grandi eroine da esporre nella vetrina dei nostri “muscoli interiori”: Comprensione, Sensibilità, Coraggio, Determinazione e Forza.
Solo concentrando i pensieri su ciò che non conosciamo o, per paura, evitiamo amplieremo i nostri orizzonti e scopriremo un amore concreto e profondo verso noi stessi e le altre anime.
Non ho mai creduto al caso. Credo che ogni essere vivente sia al mondo per una ragione ben precisa.
Lo stesso vale per me. La mia esistenza è forse più complicata perchè vissuta con confini ben definiti ed oggettivi, ma nel cuore una grande libertà.
Da questa libertà nasce un nuovo pensiero, un pensiero positivo e sconfinato dettato dalla voglia di crescere e guardare lontano, oltre ogni limitante apparenza. Roberta Tota

retrocopertina

IL LIBRO LO POTETE ACQUISTARE SU AMAZON AL SEGUENTE LINK:

http://www.amazon.it/dp/B00NB5VCC6/ref=cm_sw_r_udp_awd_k-mcub01W3HXX

ANDATE A CONOSCERE ROBERTA TOTA NELLA SUA PAGINA FACEBOOK:

https://www.facebook.com/pages/Diciamo-NO-ad-ogni-tipo-di-barriera/130886746940430?ref=ts&fref=ts

LA STORIA DI ROBERTA SCRITTA DA LEI STESSA:

Nata a Milano il 31 Agosto 1990. Sono catapultata nella vita terrena da 24 anni; tanti ne aveva mia madre quando è rimasta volutamente incinta, col desiderio di costruire una vita felice. Il destino programma per lei un parto gemellare: un evento che segnerà in modo profondo la mia famiglia (anche perché l’unione tra i miei genitori si incrinò proprio lì, fino a rompersi del tutto qualche anno dopo) e me.
Io e mia sorella nascemmo a Milano, premature di 28 settimane ma desiderose di vivere; nell’incubatrice, che fu la nostra culla per alcuni mesi, il mio destino è cambiato, ma la voglia di vivere è rimasta. Venne il giorno in cui i medici ci tolsero i respiratori: con mia sorella andò tutto bene, a me li staccarono troppo presto. La mancanza di ossigeno provocò un’ischemia cerebrale e fece i suoi danni. La sentenza fu durissima: tetraparesi semispastica, che colpì gli arti inferiori e soprattutto la parte destra del corpo. Da quel momento, mia madre e la mia famiglia iniziarono a lottare perché il mio futuro potesse migliorare giorno dopo giorno. Mi visitarono in molti medici, proponendomi terapie impegnative e lunghe, che mi avrebbero tenuta lontana dalla scuola. Mia madre, invece, scelse il meglio per me: ci accontentammo di una terapia più leggera (e forse meno efficace) presso l’Ausl, purché io potessi andare a scuola come tutti gli altri bambini. Fu un’infanzia bellissima, la mia: 13 anni passati in Romagna, coccolata dall’amore dei nonni, senza pensieri e allegramente pigra, con gli altri pronti a fare le cose al posto mio.
Con gli anni, però, avvertii il peso della mia disabilità: capii che mi limitava soprattutto negli spostamenti, sentii su di me lo sguardo negativo degli altri. Non capivo perché il mio stato mi allontanasse sempre più dai miei coetanei e arrivai a odiarlo; le mie due “ruotone” multicolori erano diventate il mio marchio. Dopo le medie con mia madre ci trasferimmo a Cesena, avvicinandoci al suo nuovo amore, pochi mesi dopo nacque mio fratello, cui feci felicemente da mamma mentre i suoi genitori lavoravano e mia sorella si dedicava alle sue attività e agli amici spesso fuori di casa. Decisi di frequentare una scuola professionale per operatrici aziendali. Furono 5 anni in completa solitudine, senza amici: mi chiusi, accumulai rabbia, cercai di parlare ai miei compagni e ai miei coetanei perché non mi emarginassero per come ero, ma senza ottenere risultati degni di questo nome. Meglio allora pensare agli studi, che completai con fatica e con un voto modesto.
Per fortuna, sono arrivati tempi migliori: entrare in contatto con chi è nella mia stessa condizione mi ha aiutato molto. Ora amo la mia sedia, come adoro tutto ciò che parla di diversamente raggiungibile. Ora so che la sedia è un aiuto per noi, che gli ostacoli ci sono perché il mondo non sempre si adegua ai bisogni di chi ha più difficoltà.
Ora ho capito che contare su me stessa è la cosa migliore: passi l’opinione sugli altri, ma conta solo l’amore che puoi e devi riversare su te stesso. Questo comporta anche il credere persino nelle nostre minime capacità, che ogni persona dovrebbe potenziare per raggiungere gli obiettivi che si dà. Le vere bellezze della vita, in fondo, sono le differenze di ciascuno di noi: ancora oggi, troppa gente non sa apprendere, osservare, ammirare, amare per troppa ignoranza e si lascia oscurare gli occhi (e, alla unga, anche i sentimenti) da ciò che appare bello, ma lo è solo in superficie. Anche per questo, devo il mio grazie persino a chi mi ha fatto soffrire, vestendo i panni del medico o del finto amico: grazie a queste persone oggi sono più determinata e sicura dei traguardi cui punto e ho capito che il loro vero limite è la mancanza di cuore.
Naturalmente ringrazio chi mi è stato vicino senza se e senza ma, a costo anche della vita, senza mai vergognarsi di me: da queste persone e dalla fede ho tratto la forza per affrontare gli ostacoli incontrati negli anni.
La  disabilità mi ha resa forte, tenace, combattiva; ora so captare l’anima e il cuore delle persone, non le giudico per ciò che vedo, ma per ciò che traspare. Magari, se camminassi come la maggior parte della gente, non darei il giusto valore alla sensibilità e al cuore, oltre le apparenze. Roberta Tota

 

(c) Lorella Ronconi  #JeRoule

Annunci

Informazioni su Lorella Ronconi

Freeway on my wheelchair, social branding influencer, content marketing management, poetessa per amore della mia vita. "Ruoto, scivolo, piroetto tra vanità e gambe frettolose, non trovo le mie orme, ma io ruoto, si, in un mondo fatto di passi . Je Roule #JeRouleAvecToi, #ionomivergogno, #iosonorara "Dopo tanta sofferenza provocatami dall’ignoranza delle persone riguardo la mia diversa abilità, dopo tanto sentirmi “mostro” e nascondermi all’altro, ecco che mi guardo allo specchio e mi sento Sirena. Se nella mia precedente raccolta di poesie (Je Roule, E.T.S., Pisa 2008) “ruotavo”, riferendomi al mio vivere in carrozzella e ripiegandomi sulla mia condizione, adesso promuovo me stessa accettandomi con grande amore, con nuova forza e rinnovata autostima. Ho cambiato pelle, ora “guizzo”: ora sono una Sirena. Entità leggendaria, metà donna e metà fantastica frequentatrice delle più remote profondità del mare, la Sirena nuota e si muove in energica sintonia con il suo mondo; osserva, accucciata sulla roccia, le navi e i marinai e comprende che non potrà mai correre sulla terra ferma tra quei “piedi guerrigli”, né essi potranno mai nuotare negli abissi profondi degli oceani. “Tra voi e me c’è una distanza incolmabile”, sembra dire la Sirena, guardando lontano; la tristezza può impadronirsi di lei ma il tuffo guizzante la rinvigorisce, le rinnova le forze, la fa risentire combattiva, “guerriglia”. Lei, la Sirena, ed io, Lorella, crediamo fermamente nell’uguaglianza dei diritti e nella grande, magnifica ricchezza delle differenti abilità. L’unicità e l’irripetibilità di ciascuno di noi ci fa naturalmente guadagnare il diritto di essere parimenti accettati nella nostra normalità”. Cav. Lorella Ronconi www.lorellaronconi.it @lorellaronconi https://www.facebook.com/lorellaronconietor?ref=hl Vedi tutti gli articoli di Lorella Ronconi

2 responses to “ROBERTA TOTA: DA UNA PAGINA FACEBOOK NASCE UN E-BOOK PER AMARE ANCOR PIU’ LA VITA E CONTINUARE A DIRE “NO” AD OGNI TIPO DI BARRIERA

  • jordan gamma blue 12s for sale

    jordan gamma blue 12s for sale

    My spouse and i transmitted the SSH step to Diet plan Coda while using the clip-board. I actually made use of PasteBot coming from Tapbots to grab the key out of the clip-board on my Mac pc make that within the clipboard on my ipad device.

    Mi piace

  • air max pas cher

    air max pas cher

    Nice to air max pas cher determine ‘someone’ is lastly dealing with the actual RIAA Cosca. I’ve enjoyed this kind of nasty predicament collect drive many years again, contemplating: “surely somebody available knows the enormous injustice and also i…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: