Archivi del mese: novembre 2014

Notti incerte, notti d’amore e di ricordi

Annunci

LORELLA RONCONI, CON LE MIE POESIE GRIDO: “HO VOGLIA DI VIVERE”

http://www.youtube.com/watch?v=i6uVlpwWM0w

Un video in regalo da un amico video-maker che ha realizzato,  in occasione del mio 50 compleanno. Dato il progressivo peggiorare della mia malattia,  pensavo di non arrivarci affatto a festeggiare i 50 anni.

Maurizio Borgogni avendomi fatto diverse riprese  ha utilizzato dei “scampoli” di immagini che aveva “nel cassetto” ricucendoli in  un  video emozionante  che mi rappresenta e mi fa vibrare, proprio nell’ambiente che amo di più,il mare, in una meravigliosa giornata di Luglio, a Principina a Mare, il mio piccolo paradiso.

 

Stella d’oriente

Ho danzato per te
fra i tremori di una stella.
Ho danzato per te
nei pensieri di una sera
d’estate
ho danzato per te.

Sulla sabbia che abbracciava
lo stupore del calore
fra i colori di una luce di giugno
mi stupivo con te.

Scaglie di luna sul mare
argento di spuma
sulla pelle
profumo di incanti dorati.

Danzavo per te quella sera
inseguendo miraggi d’amore

Soffitto di cielo stellato
pareti di casa il tuo corpo
sapeva di buono il mio nome

Danzando per te io credevo
di essere vera per ricevere amore.
Danzando per te non sapevo
che era un sogno e sapeva di sale.

Lorella Ronconi — Je Roule – Ed. ETS Pisa


GOVERNO ITALIANO, IL FONDO NON AUTOSUFFICIENZE PORTATO DI NUOVO A 400 MLN DI EURO

Non autosufficienze, il fondo a 400 milioni

Il Governo lo ha comunicato pochi istanti fa. Cruciale il ruolo della associazioni dei disabili: Fish, Fand e Comitato 16 novembre. 400 milioni è una cifra che eguaglia lo stanziamento record del 2008.

da Redazione  www.vita.it

sci disabili sestriere provincia firenze2

Come anticipato da Vita.it nel pomeriggio il Governo ha deciso di incrementare a 400 milioni il Fondo per le non autosufficienze, correggendo così il testo della legge di Stabilità che ne prevedeva 250. Quesot il comunicato comparso pochi istanti fa sul sito del Governo

 “Lo stanziamento per il Fondo per le non autosufficienze verrà incrementato fino a 400 milioni, rafforzato impegno di Presidenza del Consiglio e Ministero del Lavoro e Politiche Sociali.

L’impegno assunto dal Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, per le politiche sociali e la disabilità si concretizza oggi con la strutturazione del Fondo non autosufficienza nella legge di bilancio, la sua implementazione a 400 milioni, cifra più alta mai impegnata finora, e la decisione di un tavolo interministeriale per dare sostanza e azioni al fondo, per anni dimenticato.

I passi avanti in tema di non autosufficienza sono stati raggiunti oggi e definiti su input del Presidente dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, e dal Ministro del Lavoro, Giuliano Poletti.

Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, ha ricevuto infatti oggi a Palazzo Chigi i rappresentanti dell’associazione “Comitato 16 novembre” vicino ai malati di Sla; contemporaneamente, presso la sede di Via Veneto, il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, ha ricevuto i rappresentanti delle associazioni FISH e FAND. Gli incontri erano stati sollecitati dalle Associazioni per discutere della dotazione del Fondo per le non autosufficienze e, più in generale, sulle politiche per la disabilità.

A seguito di questi incontri, il Sottosegretario Delrio ed il Ministro Poletti – dopo aver ribadito che con questa legge di stabilità il fondo per le non autosufficienze viene reso strutturale, e quindi nei prossimi anni non si dovrà ogni volta ripartire da zero come è finora avvenuto – hanno dichiarato l’impegno del governo ad incrementare lo stanziamento per il fondo stesso fino a 400 milioni di euro.

Si è inoltre convenuto di proseguire la collaborazione sulle politiche per la disabilità, a partire dalle linee di lavoro per l’attuazione del piano di azione biennale, discusse questa mattina nella riunione dell’Osservatorio Nazionale sulla condizione delle persone con disabilità, organismo che garantisce la partecipazione delle Organizzazioni rappresentative del mondo della disabilità nella definizione delle politiche del Governo in questo ambito.”

La notizia è confermata anche da Vincenzo Falabella, presidente della Fish, che ricostruisce così l’incontro: “Insieme al ministro Poletti, in costante contatto con il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Graziano Delrio, abbiamo individuato un’ulteriore somma da destinare ad incrementare il fondo per la non autosufficienza, che non è riportato a quota 350 milioni ma cresce fino a 400 milioni”. “Abbiamo chiesto – continua – una particolare attenzione alle politiche della disabilità, che partano dal fondo non autosufficienza ma che prendano in considerazione anche gli altri fondi, come quello per le politiche sociali o quello per l’inserimento lavorativo delle persone disabili”. Dal governo è arrivato per Falabella un chiaro impegno a “rivisitare le linee di intervento governative” che hanno caratterizzato la prima versione della legge di stabilità, per reperire fondi e riorganizzare le politiche mirate: l’aumento del Fondo non autosufficienza potrebbe essere il preludio ad un incremento anche dei fondi di altre partite sociali. “Oggi è l’inizio di un confronto con il governo intero: con una programmazione strutturata che sia degna di questo nome puntiamo a non arrivare alla prossima legge di stabilità nelle stesse condizioni che hanno caratterizzato questi anni: non vogliamo colpi di reni ma una programmazione seria”.

400 milioni  è una cifra che eguaglia il record degli anni 2008, 2009 e 2010, quando il Fondo arrivò proprio a 400 mioni annui (nel 2007 erano stati 300 milioni) prima di essere completamente azzerato nel 2011 e 2012 ed essere poi ripristinato a quota 275 milioni nel 2013 e a quota 350 milioni nel 2014.

http://www.vita.it/welfare/disabilita/non-autosufficienze-il-fondo-a-400-milioni.html

 

 


SULLA RIVA DEL PIANTO

Sublime !

Navigamente

…ed infine, leggera come nuvola,

il biondo desiderio si sciolse da quell’abbraccio
e si coloro’ di cielo.
Il cuore innamorato
si sedette sulla riva del pianto
e raccolse il suo sogno.
(© Giobonvi)

View original post


COPPIA DISABILE INSEGNA IL SESSO AI DISABILI: COSA E’? NUOVO MODO DI FARE SHARE? CHI L’HA DETTO CHE UN DISABILE SIA IL SOGGETTO MIGLIORE PER INSEGNARE IL SESSO AL DISABILE?

Orrendissimo! Il circo on line? Sempre la solita storia, i disabili con i disabili.

Perchè si da per scontato che i disabili insegnino meglio ai disabili ?

La sessualità è soggettiva, la disabilità è diversa per ogni soggetto e vissuta in modo differente, la sofferenza, la tradizione, la famiglia interagiscono nello sviluppo esperienziale cognitivo. Chi può affermare che noi disabili sappiamo spiegare meglio ad altre persone con diversa abilità il sesso? O come fare sesso? Mi sembra solo una cosa da “circo” spettacolarizzante solo per fa share e quindi soldi. Non sono assolutamente d’accordo. 

 

l43-sesso-disabili-140324145056_medium

“Coppia disabile insegna il sesso ai disabili

Foto: Coppia disabile insegna il sesso ai disabili

E se a dare lezioni di sesso ai disabili fossero proprio due portatori di handicap? L’idea arriva dall’Inghilterra, dove l’organizzazione Enhance Uk ha lanciato The Love Lounge, un corso intensivo online tenuto da Mike, giornalista costretto su una sedia a rotelle ed Emily, scrittrice affetta da paralisi cerebrale. Lo scopo è di rompere i taboo e creare una comunità virtuale per condividere le esperienze, incoraggiando non solo i diretti interessati ma anche il loro entourage sociale e familiare a porre i più svariati quesiti sulla sessualità. Attualmente –dichiarano gli organizzatori – non c’è nessuna legge nel Regno Unito che riconosca l’importanza di un corso di educazione sessuale specializzato per i disabili. Che, nel corso di un recente sondaggio, hanno affermato di non aver mai ricevuto a scuola e all’università informazioni dettagliate sulle pratiche sessuali più adatte alla loro condizione. Di qui, l’idea di affidarli a chi in assoluto può capirli di più. Non due esperti di sesso, bensì di disabilità.”http://www.west-info.eu/it/coppia-disabile-insegna-il-sesso-ai-disabili/

 

 

 

 

 


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: