Archivi del mese: marzo 2015

Pensieri…

Pensieri, riflessioni ed emozioni..

E poi il sole tramonta comunque, sia sul giorno migliore sia sul giorno peggiore… J. Deaver

image

View original post

Annunci

Pensieri…

Pensieri, riflessioni ed emozioni..

E poi l’uomo non può mai smettere di sognare. Il sogno è il nutrimento dell’anima, come il cibo è quello del corpo… ( Paulo Coelho)

View original post


Pensieri…

Splendida definizione di ciò che penso esattamente anche io!

Pensieri, riflessioni ed emozioni..

Amo gli opposti: il bianco e il nero, la luce e l’ombra che, fondendosi insieme, danno vita alla suggestiva rivelazione del Tutto.
Completezza d’insieme, colori mischiati a dipingere le infinite sfumature dell’anima.

image

View original post


“EPPURE, SE AVESSI POTUTO RICOMINCIARE DA CAPO, ERO SICURO CHE AVREI RIFATTO LE STESSE IDENTICHE COSE…”

148588_402539173160835_1442262784_n

«Eppure, se avessi potuto ricominciare da capo, ero sicuro che avrei rifatto le stesse identiche cose. Perché quello ero io: quella vita in cui continuavo a perdere tutto. Non avrei potuto fare altro che diventare me stesso, nient’altro che me stesso, con tutte le persone che mi avrebbero lasciato, o che io avrei lasciato, con tutti i bei sentimenti e le magnifiche qualità e i sogni che sarebbero andati distrutti, o perlomeno che avrei dovuto ridimensionare. Un tempo, quando ero più giovane, mi ero illuso di poter diventare qualcos’altro. Però finivo sempre per tornare allo stesso posto, come una barca dal timone bloccato. Quello ero io. Non potevo andare da nessun’altra parte. Ero lì, e aspettavo di tornare. Dovevo chiamarla “disperazione”?».

Haruki Murakami, “La fine del mondo e il paese delle meraviglie”

 


Era il 21 marzo 2015 e Alda Merini avrebbe compiuto 84 anni


21 marzo giornata della Poesia

Gli occhi sono lo specchio dell'anima

Omaggio alla Poesia alla Musa Calliope

Ambradorata/gabbiano

21 marzo giornata della Poesia

Oggi tu sei…

sei parole sussurrate,

sei melodia dell’anima,

sei voce alta di chi vive

nel silenzio per crearti.

Poesia tu sei …

riflessi colorati di cuori innamorati,

pennellate di urla strazianti,

tintinnio d’emozioni,

vortici affannosi dell’essere.

Oggi tu Poesia sei …

View original post


Il padre e lo straniero di Ricky Tognazzi

Fronte di Liberazione delle Idee

Il_padre_e_lo_stranieropubblicato su Superga Cinema

Diego, impiegato romano con un figlio disabile, conosce Walid, ricchissimo uomo d’affari siriano anche lui padre di un bimbo gravemente handicappato. Dalla stessa sofferenza nasce un’insolita amicizia.

View original post 455 altre parole


DIFFUSA LA GUIDA SU “I DIRITTI DEI CITTADINI CON DISABILITA’, DAI DIRITTI COSTITUZIONALI AI DIRITTI ESIGIBILI”

di Roberta Lunghini – 13.03.2015disability10
Diffusa, in Italia, la nuova versione della guida “I diritti dei cittadini con disabilità. Dai diritti costituzionali ai diritti esigibili”, a cura del Centro Nazionale Malattie Rare (CNMR) dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS), dell’Associazione Crescere-Bologna e dell’Associazione Prader Willi-Calabria.

Lo strumento ipertestuale, già aggiornato e ampliato anche in passato, disponibile in formato ad alta leggibilità, che offre tutte le indicazioni utili sulla normativa di riferimento per le malattie rare e le disabilità in generale, ed è rivolto in particolare agli ammalati e ai loro familiari, agli operatori socio-sanitari, ai giuristi e ai lavoratori del settore scolastico. Le novità di questa edizione riguardano:
– il Piano Nazionale Malattie Rare;
– il diritto al lavoro;
– il trasporto su autobus;
– l’invalidità: accertamento handicap, revisioni, indennità di accompagnamento, pensioni per ciechi assoluti, indennità mensile di frequenza, indennità di comunicazione.

Guida-diritti-disabili-2 Scarica il pdf.

I diritti dei cittadini con disabilità Dai diritti costituzionali ai diritti “esigibili” Rev. 2015/01


Disabile, perché?

Questo è una iniziativa generosa Daniele, per nulla affatto scontata. Grazie a nome di oltre 5 milioni di persone, noi diversamente abili e le nostre famiglie

Daniele Del Casino

Ci sono cose su cui preferirei non scrivere: sembra strano, sentirle da uno come me, che vorrebbe spesso scrivere per quanto parla (tanto…) ma io devo anche combattere la mia parte intollerante – si ringrazia Caparezza per la geniale affermazione – e per cui tra l’altro ho creato proprio La spada del mercenario, quindi vado avanti.

Negli ultimi giorni, complice anche un fattaccio nel Vercellese, ho pensato spesso a come si continua ad usare i termini disabile, diversamente abile, invalido (pare quest’ultimo termine venga utilizzato da molti italioti solo riguardo a persone di una certa età…) e pure handicappato (questo viceversa invece per bambini e adolescenti ).

Ma non perché usati in maniera scorretta…ma perché usati.

Ho vissuto il mio approccio verso persone con disabilità (non suona meglio…molto meglio?) molto presto, con un parente, poco più grande di me, ridotto a letto e con

View original post 450 altre parole


LAS VOCES DE LA MEMORIA, UN CORO DI MALATI DI ALZHEIMER, CANTA LA MEMORIA, RAGGIUNGE LA FAMA COMMUOVENDO LA SPAGNA

Las voces de la memoria è un gruppo vocale di Valencia che riunisce una cinquantina di malati dai 55 al 92 anni di età, e dopo aver ottenuto la notorietà grazie a un documentario tv si è esibito davanti alla regina e sta per iniziare il tour 2015. L’idea è partita da uno studente che aveva osservato come gli anziani non avessero dimenticato neppure una parola delle canzoni della loro giovinezza.

f82219e2-dcf3-4ebf-be15-f85a2843e7f3_medium

Ha commosso ed entusiasmato in Spagna la storia del coro Las voces de la memoria, il primo ensamble vocale composto esclusivamente da malati di Alzheimer, che trovano nella musica e soprattutto nel canto una importante risorsa terapeutica. Il coro, sorto nel 2010 e formato allora da una trentina di anziani, ha raggiunto la fama grazie a un bellissimo documentario tv che ha registrato il debutto al teatro  Palau de la Musica di Valencia davanti a centinaia di persone, e da allora non si è più fermato: ha cantato lo scorso febbraio per la prima volta a Madrid davanti alla regina Sofia e ora andrà in tour, esibendosi anche nel corso delle Fallas, le famose feste che ogni anno si svolgono nella città spagnola. La loro esibizione è in programma il prossimo 16 marzo.

L’iniziativa è partita dall’Asociación de Familiares de Enfermos de Alzheimer de Valencia (AFAV), composta dai parenti dei malati che frequentano il Centro Alzheimer, dando seguito all’idea di uno studente che frequentava il centro, che aveva osservato come gli anziani non ricordassero molte informazioni o parole, ma sapessero benissimo cantare le canzoni della loro giovinezza, senza perdere neppure una sillaba. Di qui il potenziamento dell’attività di musicoterapia e la creazione del coro, che nel tempo ha spaziato dalle canzoni popolari a quelle gospel, riuscendo a cantare anche in inglese e a più voci.

Ma l’obiettivo più complesso da raggiungere era sicuramente quello delle esibizioni pubbliche, centrato dopo due anni di prove, fino alla decisione di portare il gruppo in tour. Las voces de la memoria ha oggi dato oltre 20 concerti, di cui tre al Palau de la Musica di Valencia, riscuotendo notevole successo. Oggi il coro, diretto dai maestri Salvador Fito e Soledad Corachán, è composto da 48 pazienti di età compresa tra i 55 e i 92 anni, oltre a 10 voci-ombra (volontari coinvolti come supporto). La musica, si legge nel sito dell’ensamble, permette di rallentare la progressione della malattia e favorisce il recupero dell’identità e delle emozioni, che si perdono per colpa della malattia, e aiuta a far sopravvivere in qualche modo il ricordo collegato alla musica, al canto, al ritmo e alla danza.

www.vita.it


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: