Archivi tag: amore per la vita

ESISTE IN TE

“La vita è un eco.
Quello che mandi fuori ritorna a te.
Quello che vedi lo cogli. Quello che tu dai già lo hai. Quello che vedi in altri esiste in te.

– Zig Ziglar –

Annunci

A TE CHE LEGGI, ADESSO, UN SORRISO, CHE POSSA ILLUMINARE UN PEZZETTINO DEL TUO DOMANI

image

Se qualcuno non ti sorride, sii generoso e offrigli un sorriso. Nessuno ha più bisogno di un sorriso di chi non può sorridere agli altri.” Anonimo

A volte i giorni sono  molto lunghi per chi, come me,  è costretto a stare molto tempo a letto chiusa nella stanza, a volte da qui non si vede nemmeno la luce del sole, non si percepiscono il cielo, i profumi, gli odori, è difficile immaginare la vita che continua, si muove, si affanna.

Si, riconosco che è molto dura, piango per i dolori alle ossa, con il freddo e l’inverno poi non si può spiegare agli altri quanto sia difficile. ma un sorriso come si può cancellare? Fa parte di me, mai potrei farne a meno, cerco sempre di averlo di riserva perché penso io per prima ne ho bisogno, un sorriso a me, per me. Ognuno di noi è fatto di felicità, anche se non ne è consapevole, ognuno di noi necessita di un sorriso, ognuno di noi ha diritto a un sorriso.

In questa notte lunghissima ho tirato fuori dal cassetto anche il mio “buon domattina” a chiunque, a te, che leggi, adesso, regalo il mio sorriso, che possa illuminarti un pezzettino  del tuo domani.

Scritto con WordPress per Android da © Lorella Ronconi


ECCOMI 2016, PRESENTE! UN ANNO VINCENTE, AUGURI A CHI COME ME E’ IN CASA SOLO… AUGURI A VOI STELLE CHE SAPETE GUIDARE IL BENE PER IL MIO BENE

“Auguri ai miei dolori che fedeli amanti non mi mollano mai, auguri a tutti voi amici coraggiosi, il valore della vostra amicizia brilla, illumina questo cielo molto più dei fuochi d’artificio e dei petardi epuloni, grazie a voi stelle che sapete guidare inconsapevoli il bene del mio bene.”

ImmagSine

Dal mio letto, anche in questo anno ho viaggiato grazie al blog, ma ancora pronta per un nuovo viaggio, un nuovo orizzonte da seguire e inseguire, ma prima di tutto.

Vorrei fare gli auguri per l’inizio di questo viaggio nuovo a tutte le persone che, come me, sono state sole in casa, a letto senza poter avere altre possibilità, a quelle che sono accucciate sotto i ponti tra cartoni o impaurite sui barconi.
Alle persone sole nelle camere di ospedale a coloro che vegliano sulle sedie la notte, a quelle che vegliano perché sono al lavoro, a chi deve guidare il camion per trasportare il cibo a quei ciccioni che sono convinti che si festeggia solo a tavola con il piatto pieno.
Alle persone ammalate, alle famiglie con dei bambini speciali, alle famiglie preoccupate perché non riescono ad andare avanti e vanno in segreto alle Caritas con vergogna, è colpa delle banche se i loro bambini questo anno non hanno giocattoli, sì, perché nel 2016 ci sono ancora bambini che non hanno giocattoli, ma anche bimbi ai quali manca cibo, vestiti, medicine e genitori. Orfanotrofi pieni di occhi che cercano una mamma e un papà. Ospizi grandi di anziani che aspettano una carezza almeno dall’infermiera. Auguri a chi aspetta quella telefonata, il collegamento Skype per vedere il sorriso del suo amore, a chi sta davanti al tablet in dubbio se messaggiare quel figlio lontano, auguri a chi aspetta il risultato delle analisi istologiche, a chi ha litigato e non sa come fare per tornare indietro e chiedere scusa. Auguri a chi non trova pace, giustizia, il perdono, a tutti voi
va il mio saluto stanotte.
Sono felice e serena nonostante la mia povertà e solitudine, sto molto bene con me, come godere di un cielo azzurro nonostante il dolore e la sofferenza alle ossa.
Auguri ai miei dolori che fedeli amanti non mi mollano mai, auguri a tutti voi amici coraggiosi, il valore della vostra amicizia brilla, illumina questo cielo molto più dei fuochi d’artificio e dei petardi epuloni, grazie a voi stelle che sapete guidare inconsapevoli il bene del mio bene.

Lorella Ronconi
http://www.lorellaronconi.it


IO E IL MIO GIRASOLE, GRAZIE BABBO, GRAZIE MAMMA

Io e il mio girasole vi salutiamo orgogliosi e felici di essere piccoli, unici, differenti e irripetibili. Viviamo senza vergognarci di cio’ che siamo, la vita è bella proprio nella differenza. Chi si vergogna e non vuole farsi farsi fotografare perché non si piace offende se stesso non gli altri… In fondo noi vediamo noi  solo allo specchio, ma gli altri ci vedono tutti i giorni, il giudizio che ci fa piu’ paura talvolta è proprio il nostro.

a11694116_417642018430911_5615646441923981774_n

Un girasole per ricordare l’amore. L’amore di mio padre che sa quanto sia difficile per me non poter viaggiare e muovermi per strade e campi d’estate. L’amore di mia madre che ha cercato dei semi e piantati assieme a mio padre nel giardino davanti alla mia porta. Un girasole cresciuto nella sabbia ma con l’humus dell’amore di due persone speciali che hanno vissuto in povertà, a causa mia, ma in ricchezza di Speranza e Coraggio… Una bambina ‘diversa’ negli anni ’60 era un cruccio, ma per loro è stata la bellezza di una sofferenza sbocciata in giallo, forte, grande girasole

Oltre e Altro per chi crede nella Vita è non cede alla Paura e alla Vergogna.

Grazie babbo, grazie mamma.

Il girasole è fiorito oggi e le api non guardano dove o come sia, è solo un bellissimo fiore che può dare polline per del buon miele 

 

© Lorella Ronconi


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: