Archivi tag: offendere

IL SIGNOR BERLUSCONI VUOL MOTIVARE I DISABILI: CHE NON INSULTI LE NOSTRE INTELLIGENZE!

BERLUSCONI. ARGENTIN: “NON INSULTARE NOSTRE INTELLIGENZE”

(DIRE) Roma, 10 apr. – “Ma che dici? Io sono stata nella
precedente legislatura uno dei deputati di opposizione. Non solo
non mi hai mai salutato e neanche guardato in faccia, ma hai
fatto tutti i tagli possibili sui capitoli di bilancio della
disabilita’.

“Ma non ti vergogni?”. Lo dice Ileana Argentin,
deputata Pd.
  “Io credo che quest’uomo pur di avere i servizi sociali che
vuole sarebbe disposto per la prima volta ad avere a che fare che con noi ‘sfigati’.

Roba da non credere- aggiunge- lui che motiva noi, ma da quando? Noi ci motiviamo da soli, siamo persone come le altre, forse non come i suoi uomini e le sue donne pronti sempre a obbedirgli, i nostri diritti li rivendichiamo sulla piazza e nelle amministrazioni e non nelle ‘stanze chiuse’ della sua villa di Arcore.

Non sottovaluti le nostre intelligenze, non glielo permettero’ mai. Faccia il politico, se crede, ma non usi i disabili per pulirsi la coscienza”.
(Dip/ Dire)
13:26 10-04-14

http://www.ileanaargentin.it/berlusconi-argentin-non-insultare-nostre-intelligenze/


“Ascensori e scale mobili sono per nani, zoppi e handicappati”. Parola di Sgarbi

“Ascensori e scale mobili sono per nani, zoppi e handicappati”. Parola di Sgarbi

Il critico d’arte, candidato sindaco di Urbino, in un’intervista dichiara: “Una città civile non ha né ascensori né scale mobili”.

Argentin: “Pover’uomo. Si sa come si nasce, non si sa come si muore”

www.agenzia.redattoresociale.it Da Redattore Sociale – 17 marzo 2014

ROMA – “Una città civile non ha né ascensori né scale mobili. Solo quelle abitate da nani, zoppi e handicappati hanno le scale mobili. Se le devono mettere nel culo”: le dichiarazioni di Vittorio Sgarbi, in qualità di candidato sindaco della città di Urbino con i Verdi, lasciano quanto meno interdetti. In un’intervista rilasciata a Maria Gabriella Lanza su “il Ducato”, il critico d’arte sbaraglia in un colpo tutti i principi, le ragioni e le battaglie per l’accessibilità universale, o “design for all”.Scale e ascensori sono liquidati semplicemente come brutti, addirittura “incivili”.

Ileana Argentin replica con una risata alle parole di Sgarbi: “Si sa come si nasce ma non si sa come si muore, ecco cosa rispondo a Sgarbi, pover’uomo. Non gli auguro certo di aver bisogno anche lui, prima o poi, di scale ed ascensori. Ma certo la sua ignoranza mi lascia senza parole e mi stupisce ogni giorno di più”. Intanto, anche sui social network le parole di Sgarbi suscitano indignazione generale: c’è chi propone “una bella denuncia per razzismo” e chi fa notare che “per un disabile la scala mobile è una iattura”. C’è anche chi suggerisce un paragone con “la frase di Paolo Villaggio sulle paraolimpiadi”, mentre qualcuno resta stretto sul tema dell’accessibilità e osserva: “con un gruppo di disabili anche fisici siamo stati a Urbino e non vi dico la fatica che si è fatto. Bellissima città che vale la pena far vivere anche agli handicappati e quindi bisogna che si attrezzi in merito”. (cl)

Ileana Argentin

© Copyright Redattore Sociale

 

Da Redattore Sociale – 17 marzo 2014
http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/456515/Ascensori-e-scale-mobili-sono-per-nani-zoppi-e-handicappati-Parola-di-Sgarbi


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: