Archivi tag: pace

GIORNATA PER LA PACE: LA GUERRA SCOPPIA, LA PACE FIORISCE

1 Gennaio 2017, 50° Giornata mondiale per la Pace.

“Vinci l’indifferenza, conquista la pace; la guerra scoppia, la pace fiorisce!”

marcia-della-pace2

“Sia pace per le aurore che verranno,
pace per il ponte, pace per il vino,
pace per le parole che mi frugano
più dentro e che dal mio sangue risalgono
legando terra e amori con l’antico
canto;
e sia pace per le città all’alba
quando si sveglia il pane,
pace al libro come sigillo d’aria,
e pace per le ceneri di questi
morti e di questi altri ancora;
e sia pace sopra l’oscuro ferro di Brooklin, al portalettere
che entra di casa in casa come il giorno,
pace per il regista che grida al megafono rivolto ai convolvoli,
pace per la mia mano destra che brama soltanto scrivere il nome
Rosario, pace per il boliviano segreto come pietra
nel fondo di uno stagno, pace perché tu possa sposarti;
e sia pace per tutte le segherie del Bio-Bio,
per il cuore lacerato della Spagna,
sia pace per il piccolo Museo
di Wyoming, dove la più dolce cosa
è un cuscino con un cuore ricamato,
pace per il fornaio ed i suoi amori,
pace per la farina, pace per tutto il grano
che deve nascere, pace per ogni
amore che cerca schermi di foglie,
pace per tutti i vivi,
per tutte le terre e le acque.
Ed ora qui vi saluto,
torno alla mia casa, ai miei sogni,
ritorno alla Patagonia, dove
il vento fa vibrare le stalle
e spruzza ghiaccio
l’oceano. Non sono che un poeta
e vi amo tutti, e vago per il mondo
che amo: nella mia patria i minatori
conoscono le carceri e i soldati
danno ordini ai giudici.
Ma io amo anche le radici
del mio piccolo gelido paese.
Se dovessi morire mille volte,
io là vorrei morire:
se dovessi mille volte nascere,
là vorrei nascere,
vicino all’araucaria selvaggia,
al forte vento che soffia dal Sud.
Nessuno pensi a me.
Pensiamo a tutta la terra, battendo
dolcemente le nocche sulla tavola.
Io non voglio che il sangue
torni ad inzuppare il pane, i legumi, la musica:
ed io voglio che vengano con me
la ragazza, il minatore, l’avvocato, il marinaio, il fabbricante di bambole
e che escano a bere con me il vino più rosso.
Io qui non vengo a risolvere nulla.
Sono venuto solo per cantare
e per farti cantare con me.” Pablo Neruda


BAMBINA MIA, I MIEI DONI SONO LA FOLLIA, IL CORAGGIO, L’IRREQUIETEZZA, UNO SGUARDO CURIOSO, LA TENACIA DELLE FORMICHE, UN NASO DOTATO DI MEMORIA, UNA BOCCA CHE SORRIDA

IMG_13-11-01_01-53-02[1]…“Bambina,” cominciò Milagros con la solennità di una sacerdotessa, “i miei doni sono la follia, il coraggio, l’ambizione e l’irrequietezza. La fortuna degli amori e il delirio della solitudine. Il gusto per le comete, per l’acqua e per gli uomini. Desidero per te intelligenza e ingegno. Uno sguardo curioso, un naso dotato di memoria, una bocca che sorrida e maledica con precisione divina, gambe che non invecchino, un pianto in grado di restituirti la fierezza. Ti auguro di avere il senso del tempo che hanno le stelle, la tenacia delle formiche, il dubbio dei templi. Spero tu abbia fede negli auguri, nella voce dei morti, nella bocca degli avventurieri, nella pace degli uomini che dimenticano il proprio destino, nella forza dei tuoi ricordi e nel futuro come promessa che contiene tutto ciò che non ti è ancora accaduto. Amen.”

ANGELES MASTRETTA

10 righe da pagina 21

MALE D’AMORE
FELTRINELLI


“…IL MIO TEMPO E’ TROPPO SCARSO PER DISCUTERE DI TITOLI, VOGLIO L’ESSENZA, LA MIA ANIMA HA FRETTA”…

foto di Annachiara Piffari.
“Ho contato i miei anni ed ho scoperto che ho meno tempo da vivere da qui in avanti di quanto non ne abbia già vissuto.
 Mi sento come quel bambino che ha vinto una confezione di caramelle e le prime le ha mangiate                velocemente, ma quando si è accorto che ne rimanevano poche ha iniziato ad assaporarle con calma.
Ormai non ho tempo per riunioni interminabili, dove si discute di statuti, norme, procedure e regole interne, sapendo che non si combinerà niente…
Ormai non ho tempo per sopportare persone assurde che nonostante la loro età anagrafica, non sono cresciute.
Ormai non ho tempo per trattare con la mediocrità. Non voglio esserci in riunioni dove sfilano persone gonfie di ego.
Non tollero i manipolatori e gli opportunisti. Mi danno fastidio gli invidiosi, che cercano di screditare quelli più capaci, per appropriarsi dei loro posti, talenti e risultati.
Odio, se mi capita di assistere, i difetti che genera la lotta per un incarico maestoso. Le persone non discutono di contenuti, a malapena dei titoli.
Il mio tempo è troppo scarso per discutere di titoli.
Voglio l’essenza, la mia anima ha fretta
Senza troppe caramelle nella confezione.
Voglio vivere accanto a della gente umana,  molto umana.
Che sappia sorridere dei propri errori.
Che non si gonfi di vittorie.
Che non si consideri eletta, prima ancora di esserlo.
Che non sfugga alle proprie responsabilità.
Che difenda la dignità umana e che desideri soltanto essere dalla parte della verità e l’onestà.
L’essenziale è ciò che fa sì che la vita valga la pena di essere vissuta.
Voglio circondarmi di gente che sappia arrivare al cuore delle persone.
Gente alla quale i duri colpi della vita, hanno insegnato a crescere con sottili tocchi nell’anima.
Si,  ho fretta di vivere con intensità, che solo la maturità mi può dare.
Pretendo di non sprecare nemmeno una caramella di quelle che mi rimangono,
Sono sicuro che saranno più squisite di quelle che ho mangiato finora.
Il mio obiettivo è arrivare alla fine soddisfatto e in pace con i miei cari e con la mia coscienza.  Spero che anche il tuo lo sia,  perché in un modo  o  nell’altro ci arriverai…”

MARIO ANDRADE – Poeta, romanziere, saggista e musicologo brasiliano

FOTO Nina Diaerff


PRIMA TI IGNORANO, POI TI DERIDONO, POI TI COMBATTONO, INFINE VINCI.

“Per me è sempre stato un mistero perché gli uomini si sentano onorati quando impongono delle umiliazioni ai loro simili.” Gandhi
Mahatma Gandhi

Il genere umano può liberarsi della violenza soltanto ricorrendo alla non-violenza. L’odio può essere sconfitto soltanto con l’amore. Rispondendo all’odio con l’odio non si fa altro che accrescere la grandezza e la profondità dell’odio stesso. Gandhi

ECCO ALTRE FRASI ESTRAPOLATE DA ALCUNI SUOI DISCORSI E/O  SCRITTI.   EGLI E’ L’UOMO DAL QUALE CERCO OGNI VOLTA DI RIMPARARE L’ARTE DELLA NON VIOLENZA.

Se tutti lavorassero per il proprio pane e niente più, ci sarebbe abbastanza cibo e tempo libero per tutti… i nostri bisogni si ridurrebbero al minimo, il nostro cibo si semplificherebbe. Allora mangeremmo per vivere, anziché vivere per mangiare.

L’uomo è uno scolaro e il dolore è il suo maestro.

La mia esperienza mi ha portato a constatare che il modo migliore per ottenere giustizia è trattare gli altri con giustizia.

Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere.

La non violenza è la più forte arma mai inventata dall’uomo.

Chiamare la donna il sesso debole è una calunnia;
è un’ingiustizia dell’uomo nei confronti della donna.

Dato che non penseremo mai nello stesso modo e vedremo la verità per frammenti e da diversi angoli di visuale, la regola d’oro della nostra condotta è la tolleranza reciproca. La coscienza non è la stessa per tutti. Quindi, mentre essa rappresenta una buona guida per la condotta individuale, l’imposizione di questa condotta a tutti sarebbe un’insopportabile interferenza nella libertà di coscienza di ognuno.

Non conosco peccato più grande di quello di opprimere gli innocenti
in nome di Dio.

Dobbiamo essere contenti di morire se non possiamo vivere come uomini o donne liberi.

Tu ed io siamo una cosa sola.
Non posso farti del male senza ferirmi.

Non volendo pensare a quello che mi porterà il domani, mi sento libero come un uccello.

Un fedele della Verità non dovrebbe fare nulla per rispetto delle convenzioni. Deve essere sempre pronto a correggersi e ogni qualvolta scopre di essere nel torto deve confessarlo, costi quel che costi, ed espiare.

Il desiderio sincero e puro del cuore è sempre soddisfatto.

Ogni persona che incontri è migliore di te in qualcosa; in quella cosa impara.

Un genitore saggio lascia che i figli commettano errori.
È bene che una volta ogni tanto si brucino le dita.

La grandezza di una nazione e il suo progresso morale si possono giudicare dal
modo in cui tratta gli animali.

Vivi come se dovessi morire domani. Impara come se dovessi
vivere per sempre.

Se potessimo cancellare l’«Io» e il «Mio» dalla religione, dalla politica, dall’economia ecc. saremmo presto liberi e porteremmo il cielo in terra.

Per vedere in faccia l’universale e pervasivo spirito della Verità bisogna esser capaci di amare le creature più vili come se stessi.

Se urli tutti ti sentono… Se bisbigli ti sente solo chi ti sta vicino… Ma se stai in silenzio solo chi ti ama ti ascolta.

La Felicità e la Pace del cuore nascono dalla coscienza di fare ciò che riteniamo giusto e doveroso, e non dal fare ciò che gli altri dicono e fanno.

E’ meglio confessare i propri errori: ci si ritrova più forti.

Quello che è vero è che l’onestà è incompatibile con l’accumulo
di una grossa fortuna.

Se esiste un uomo non violento, perchè non può esistere una famiglia non violenta? E perchè non un villaggio? una città, un paese, un mondo non violento?

Se sono un servo di Dio devo farmi servo di tutta la creazione.

Mantieni i tuoi pensieri positivi perché i tuoi pensieri diventano parole.
Mantieni le tue parole positive perché le tue parole diventano i tuoi comportamenti.
Mantieni i tuoi comportamenti positivi perché i tuoi comportamenti diventano le tue abitudini.
Mantieni le tue abitudini positive perché le tue abitudini diventano i tuoi valori.
Mantieni i tuoi valori positivi perché i tuoi valori diventano il tuo destino.

Serenità è quando ciò che dici, ciò che pensi, ciò che fai, sono in perfetta armonia.

Non vale la pena di godere di diritti che non derivino dall’aver compiuto il proprio dovere.

Nessuno può farti più male di quello che fai tu a te stesso.

Un codardo non è capace di dichiarare il proprio amore. Questa è una prerogativa del coraggioso.

La forza non deriva dalla capacità fisica. Deriva da una volontà indomita.

Un uomo può uccidere un fiore, due fiori, tre… Ma non può contenere la primavera.

Prendi un sorriso, regalalo a chi non l’ha mai avuto.
Prendi un raggio di sole, fallo volare là dove regna la notte.
Scopri una sorgente, fa bagnare che vive nel fango.
Prendi una lacrima, posala sul volto di chi non ha pianto.
Prendi il coraggio, mettila nell’animo di chi non sa lottare.
Scopri la vita, raccontala a chi non sa capirla.
Prendi la speranza e vivi nella sua luce.
Prendi la bontà e donala a chi non sa donare.
Scopri l’amore e fallo conoscere al mondo.

Mahatma Gandhi

Mohandas Karamchand Gandhi, detto il Mahatma (Porbandar, 2 ottobre 1869 – Nuova Delhi, 30 gennaio 1948), è stato un politico e filosofo indiano. Importante guida spirituale per il suo paese, lo si conosce soprattutto col nome di “Mahatma” (Grande Anima), appellativo che gli fu conferito per la prima volta dal poeta Rabindranath Tagore. Un altro suo soprannome è Bapu, che in hindi significa “padre”. Gandhi, “piccolo grande uomo”, riesce a sconfiggere il potente Impero britannico e a realizzare il suo grande desiderio: quello dell’indipendenza dello stato indiano con la forza straordinaria della non-violenza, del boicottaggio pacifico, della resistenza passiva e della ricerca della Verità cioè Dio. Gandhi, quindi è considerato uno dei pionieri e dei teorici del satyagraha: la resistenza all’oppressione tramite la disobbedienza civile di massa che ha portato l’India ad essere lo stato che tutti oggi conosciamo. Con le sue azioni Gandhi ha ispirato molti movimenti di difesa dei diritti civili e grandi personalità quali Martin Luther King, Nelson Mandelae Aung San Suu Kyi.


UNA ANTICA PREGHIERA

UNA ANTICA PREGHIERA

“La mattina del venerdi santo
la madonna si alzò con un gran pianto
un gran pianto ed un gran dolore
perchè era morto nostro Signore.

Se reciti questa preghiera
33 volte, in ginocchio e in terra sacrata
chiedi qualsiasi grazia a Dio
e ti verrà donata.”

Una antica preghiera che mia nonna Italia aveva ricevuto a sua volta da sua nonna,
ogni anno il mattino del  venerdì santo, è la prima cosa che penso.
Credo che non dobbiamo mai dimenticare le piccole,
grandi tradizioni che i nostri cari, i nostri avi ci hanno lasciato in eredità:
il piccolo aiuto dato con gioia, il  sorriso educato e sincero,
l’attento ascolto, la pazienza, il coraggio, la speranza,
il saper condividere con gli altri quello che abbiamo,
spesso sono i migliori ingredienti per far posto alla Pace nelle nostre vite.

Buona Pasqua di Resurrezione e Pace a tutti!


Permettere di Vivere per Vivere

Permettere di Vivere per Vivere

Nel mio mondo dovrebbe esistere la Pace, l’Amore, l’Armonia e il Rispetto per per esso.

Non dovremmo impegnarci un pò di più, sentirci responsabili? Magari ricordandoci quando eravamo bambini ed osservandolo con quegli occhi pieni di stupore.

Il mondo, il nostro mondo è meraviglioso: guardiamolo, aiutiamolo ad essere sempre un luogo accogliente per vivere e far vivere gli altri.

Lorella Ronconi

 

 

Immagine di:

Ocean Defender Foundation, non-profit corporation.
By: Oriana Kalama:

“Ocean Defender Hawaii began 4 years ago through the passion and commitment of our founder, Oriana Kalama, on Maui. She single-handedly began rescuing turtles, showing up at city council meetings and creating children’s school programs in Maui to bring awareness to the plight of our ocean, reefs and shores and to shine a light on the need in Hawaii for sea animal protection. Her collaboration and growing connections with other environmentalists, world-renown photographers, oceanographers, marine biologists, big wave surfers, plus Polynesian Voyaging communities and ocean lovers worldwide has resulted in one of the most popular, shared and talked about ocean conservation social media sites on the internet. Our Facebook Page! We currently have over 137,000 members on the Ocean Defender-Hawaii page, half of which reside in the Hawaiian Islands along with 14 countries now starting their own Ocean Defender network, which adding another 40,000+ supporters – 160,000 Ocean Defenders and growing strong worldwide!

Geological areas of impact, population served…

Ocean Defender Foundation is committed to first serving and establishing community roots in the state ofHawaii, then spreading to other islands in Polynesia. Island environments are the most fragile on the planet and are even now impacted swiftly and severely by pollution, over-fishing and climate change.  A large portion of our work is education and truth telling through our first-hand experiences of the ocean issues facing us and we believe by holding the Hawaiian Islands as an example, we can be a voice for the ocean heard around the world and help inspire true change.

Ocean Defender Foundation is leading by example in Hawaii, teaching the world how to clean up and restore our oceans and planet, beginning with the choices we make in our own homes. We believe, as Ocean Defenders that it is our duty to demonstrate a sustainable life-style that others can both replicate, enjoy and celebrate. We also believe the key to success is to align ourselves, and our mission, with other like-minded individuals and groups who practice the same values for our future generations! Thank you for your consideration.

Each of our Executive Board members and individual Ocean Defender Team’s accomplishments and skill, stand on their own.  We’re uniting our efforts, to take eco-awareness and sustainable lifestyle to a new level. We are not aware of any other environmental non-profit who started a Global Movement through a critical mass created with social media! Every week we receive numerous requests from people from all around the world asking how they can volunteer or help our cause! This is one of our most powerful tools and we will continue to utilize this and other avenues to share our news, projects and initiatives as we grow.” 

By: Oriana Kalama

C.E.O. /Founder of Ocean Defender


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: