Archivi tag: recensione

DANIELE DEL CASINO RECENSISCE JE ROULE E IL MIO VOLUME ARRIVA CINQUE STELLE, SONO PIACEVOLMENTE, FELICEMENTE SORPRESA!

UNA VERA SORPRESA GIRARE PER IL WEB E SCOPRIRE CHE LA BELLISSIMA RECENSIONE DI DANIELE DEL CASINO SU CIAO.IT HA FATTO SI CHE LA RISTAMPA DEL VOLUME DI POESIE, JE ROULE, ARRIVA A GUADAGNARE CINQUE STELLE, MA CHE GIOIA!

Fotografie per Je roule (Lorella Ronconi)
Daniele
Je roule (Lorella Ronconi)

“Non so perché ma spesso ho sentito associare le poesie a momenti autunnali, magari piovosi, chiusi in una stanza. Ecco, giusto per andare controcorrente ho deciso di leggermi, anzi ri-leggermi le prime poesie di Lorella Ronconi in estate e al mare, con il rumore delle onde in sottofondo e lontano dal becerio che ahimè troppo spesso può arrivare in una spiaggia.

In precedenza avevo già scritto sull’altra raccolta di Lorella Ronconi, “Sirena guerriglia”, e non avevo avuto modo di leggere “Je roule” in quanto il volume era esaurito: adesso, grazie ad una ristampa è tornata disponibile, così da farci scoprire i primi versi di questa poetessa, in cui si racconta e mette a nudo i suoi intimi pensieri.

Eccoci noi Centauri senza meta a metà tra cielo e terra

Pubblicata dalle edizioni ETS di Pisa, la raccolta si compone di 22 poesie e viene aperta dalle pagine di una ricca nota biografica, tratta dal suo sito web, che illustra la sua travagliata storia condizionata da una terribile malattia, che ha minato il suo fisico ma non la sua tempra, resa ancor più viva da queste poesie.
Pubblicata per la prima volta nel 2007, presto la raccolta è andata esaurita ma è tornata disponibile alla fine del 2014 grazie ad una nuova ristampa, richiesta a gran voce dai molti ammiratori della Ronconi.

La raccolta è composta dalle seguenti poesie:

Centauri

Per Fata con Favola

Brucia la voglia di vivere

L’incompiuto di me

Je roule

L’ultimo momento

Mio figlio

Stella d’oriente

Pensieri di una luna

Uno scoglio e un’onda

Nuda

Quella casa lontana

Notte

Un desiderio a metà

Nessuna reazione

Ti ho chiamato nella notte

Esta te

Per sempre

04.12.1992

Un medico amico

Un canto di usignolo

Perfetta

Impressioni personali

Dopo aver letto “Sirena Guerriglia” aspiravo ad avere anche questa raccolta, leggere le prime poesie di Lorella Ronconi era diventato quasi un bisogno, che ho soddisfatto quando ho ricevuto dalle sue stesse mani il volumetto con mio sommo piacere.
Le poesie di Lorella Ronconi sono riuscite a donarmi concentrazione e serenità, dove specialmente per motivi personali venivano a mancare, grazie ai loro versi che gridano alla vita, a quella vita spesso troppo difficile e amara in queste poesie descritta, eppure amata senza riserve dall’autrice.
Difficile non apprezzarle tutte, ma tra esse sono rimasto particolarmente colpito da “Centauri”, la prima composizione, “L’ultimo momento”, “Un desiderio a metà” e “Perfetta”: poesie dove ci si può sentire accanto a Lorella Ronconi, essere partecipi delle sue sensazioni, pur nel minimale stato del pensiero condiviso, che per quanto forte è lontano dalla sofferenza fisica e spirituale che l’autrice sente e riversa nei suoi intensi versi.
Non vi consiglio le poesie di Lorella Ronconi: ve le raccomando, perché sono una cura per la mente, che troppo spesso tralasciamo in favore della cura per il corpo.
Curiamo la presunzione, l’insicurezza, la scarsa visione di pensiero con la poesia, con le sue poesie: vi sentirete migliori, ve lo posso assicurare.

Buona lettura!

Al solito mi riserbo di usare la qui presente opinione su altri spazi web, in quanto frutto unico e appassionato del mio personale lavoro

Daniele

Leggi la recensione direttamente dal sito www.ciao.it

Acquista Je roule e la nuova edizione  direttamente da:

Je roule (Lorella Ronconi)

Je roule ​(Lorella Ronconi)​

Pagine: 48, Copertina flessibile, ETS

€ 8,50 amazon.it libri 642 Valutazioni Costi di sped.: EUR 2,80

Disponibilità: Generalmente spedito in 24 ore.​.​.​

     Al negozio  

amazon.​it libri

Je roule Lorella Ronconi

Je roule Lorella Ronconi

Je roule, il Libri di Lorella Ronconi edito da Ets

€ 8,50 Mondadori Store 47 Valutazioni Costi di sped.: EUR 2,90

Disponibilità: vedere sito

     Al negozio  

Mondadori Store

Letterature#poesia Ronconi Lorella

Letterature#poe​sia Ronconi Lorella

Je roule

€ 8,50 Lafeltrinelli.it 64 Valutazioni Costi di sped.: EUR 2,70

Disponibilità: Disponibile

     Al negozio  

Lafeltrinelli.​it


AFFETTIVITA’, SESSUALITA’, DISABILITA’. UN VECCHIO ARTICOLO SEMPRE ATTUALE PURTROPPO NON SE NE PARLA ABBASTANZA, IL DIRITTO ALL’AFFETTO PER LE PERSONE CON DISABILITA’ FA ANCORA PAURA

Disabilità, affettività e sessualità, riporto un articolo del 14 Febbraio 2011 ma tutt’oggi attuale purtroppo!!! Non voglio abbassare la mia testardaggine, il diritto all’affettivita’ esiste gia’ la cosa difficile è farcelo riconoscere dalla societa’ …

Per cui, anche in questo Natale 2014 io ne parlo.

Auguri a tutti di affetto, gioia e pace infiniti!

La battaglia per il sesso dei disabili

Lorella Ronconi chiede un assistente anche a Grosseto di Francesca Ferri massimo jeroule 65991_10200523052068146_1174215726_n

GROSSETO – Lunedì scorso era il giorno di San Valentino, la festa degli innamorati, ma non tutti hanno potuto festeggiarlo. Sono circa 2 milioni e 800mila gli italiani che convivono con una disabilità fisica o psichica (dati di http://www.handicapincifre.it).
E la maggior parte di loro è costretta a rinunciare a una vita affettiva e sessuale. Il sesso, nell’esistenza dei disabili, è ancora uno dei tabù più impenetrabili. Per i genitori spesso è preferibile nascondere le pulsazioni dei figli o reprimerle con i farmaci. La possibilità, per un disabile fisico o psichico, di coltivare una relazione amorosa suscita una curiosità morbosa mista a pena nei cosiddetti “normodotati”.
Eppure il bisogno di affetto al di là di quello genitoriale, il desiderio di contatto fisico che vada oltre l’abbraccio di un amico e l’istinto sessuale non sono “diversi” nei disabili rispetto ai “normodotati”. E non poter vivere spontaneamente i propri sentimenti e le proprie pulsazioni ha per queste persone conseguenze tragiche, di cui si fanno dolorosamente carico le famiglie.
Per questo la presidente dell’associazione grossetana “Comitato per l’accesso”, Lorella Ronconi, costretta su una carrozzella da quindici anni, dopo anni di battaglie per abbattere le barriere architettoniche, ha deciso di avviare una lotta d’avanguardia contro le non meno granitiche barriere culturali.
«La Convenzione Onu dei diritti delle persone con disabilità – spiega Ronconi – sancisce il loro diritto a farsi una famiglia. Questo implica necessariamente vivere la propria sessualità. Purtroppo, l’idea comune è che i disabili siano creature asessuate, malate e per questo da tenere alla larga dal sesso. Una mentalità che uccide».
I disabili e le loro famiglie sanno bene che le cose stanno diversamente. «Il bisogno d’affetto e le pulsazioni sessuali, non necessariamente vincolati l’uno all’altro, sono istinti naturale nei normodotati come nei disabili – spiega Ronconi – e negarli significa vivere contro natura».
Per questo sin dagli anni’80 in Germania, Svezia, Olanda e nella vicina Svizzera i servizi sanitari nazionali mettono a disposizione dei disabili che lo richiedono un assistente sessuale, un uomo o una donna che, dopo un corso di specializzazione (in Svizzera dura 3 anni) per approfondire aspetti psicologici e sanitari, offre contatti sessuali ai disabili a domicilio o in strutture sanitarie. Massaggi, carezze, abbracci, coccole, ad esclusione di rapporti orali e rapporti completi, sono le prestazioni di un assistente sessuale, la cui parcella si aggira sui 150 euro.
L’Italia, manco a dirlo, è anni luce lontana dall’esperienza europea. Eppure ultimamente qualcosa si muove, pur nell’ambito dell’iniziativa di singole associazioni (tra le altre, la Adn di Torino dal 2007, insieme alla Asl, ha uno sportello di consulenza e orientamento sulla sessualità per i disabili). La richiesta ufficiale al ministro per le Pari opportunità Mara Carfagna di introdurre anche in Italia l’assistente sessuale per disabili è arrivata lo scorso maggio dalla Federsex, associazione dei club privé. Un sondaggio internet del sito www.disabili.com rivela che il 77 per cento dei disabili sarebbe favorevole.
«Chiediamo che questa figura sia introdotta anche in Italia. Non dobbiamo dimenticare che quello alla sessualità è un diritto – conclude Ronconi – è che questo diritto oggi per alcuni cittadini italiani viene violato. E per questo vi batteremo».

«Da argomento tabù ad una serie di lezioni»
A Grosseto il diritto alla sessualità per i disabili non è argomento nuovo. L’anno scorso la sessuologa Eleonora Motta ha tenuto un seminario di incontri per sostenere e informare i familiari. «Manca un’educazione sessuale nei genitori – spiega Motta – che sono impreparati a gestire questo aspetto e, come unico rimedio, danno ai figli farmaci che inibiscono la libido e che sono, di fatto, una castrazione chimica. Per i maschi, in alternativa, è alto il ricorso a prostitute; le ragazze sono invece semplicemente ignorate». Un assistente sessuale potrebbe alleviare le loro sofferenze. «Perché – spiega Motta – di vere sofferenze si tratta. Anche se spesso quel che più manca è soddisfare un affetto – e questo è il punto debole dell’assistenza sessuale – almeno c’è un contatto fisico che aiuta i disabili ad avere consapevolezza del loro corpo».

(C) Francesca Ferri

Lorella Ronconi è nata a Grosseto nel 1962. E' all'età di due anni che si manifesta la grave malattia genetica che accompagna la sua esistenza: pseudoacondroplasia emersa, che la costringe da anni in carrozzella. Vive parte della sua giornata a letto a causa dei dolori che le sue condizioni le causano: la poesia è la sua fedele compagna.

Lorella Ronconi è nata a Grosseto nel 1962.
E’ all’età di due anni che si manifesta la grave malattia genetica che accompagna la sua esistenza: pseudoacondroplasia emersa, che la costringe da anni in carrozzella. Vive parte della sua giornata a letto a causa dei dolori che le sue condizioni le causano: la poesia è la sua fedele compagna.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: